Studi sugli animali hanno scoperto che un consumo moderato di tè verde apporta benefici alla salute delle ossa migliorando la forza e la qualità delle ossa.

Studi sugli animali hanno scoperto che un consumo moderato di tè verde apporta benefici alla salute delle ossa migliorando la forza e la qualità delle ossa.

Coinvolgi addominali e glutei ed estendi il braccio destro verso il soffitto. Premi sull’avambraccio sinistro per sollevare i fianchi verso il soffitto. Questa è la tua posizione di partenza. Ruota il busto verso il pavimento mentre infili il braccio destro sotto il corpo. Ruota indietro per iniziare, portando il braccio destro indietro verso il soffitto. Ripetere. Quindi cambia lato. Inizia sdraiato a pancia in giù, braccia e gambe distese. Solleva braccia, spalle, petto e gambe dal pavimento e mantieni la posizione.

Stringi i glutei e mantieni lo sguardo verso il pavimento in modo che il collo rimanga neutro. Quindi abbassare la schiena fino al pavimento. Ripetere. Per ricevere le nostre storie migliori nella tua casella di posta, iscriviti alla newsletter “Healthy Living” https://www.health.com/food/benefits-green-tea200OK Il tè verde gode di un ben meritato alone di salute. Una delle bevande più salutari del pianeta, le foglie di tè verde possono essere immerse per preparare il tè o sorseggiate intere (sotto forma di polvere di matcha). Sia le foglie che il tè stesso possono anche essere incorporati nella cottura. Ecco un riepilogo dei 10 benefici del tè verde, oltre a semplici modi per includere questa pianta meravigliosa nella tua routine quotidiana. Il tè verde contiene antiossidanti polifenolici che riducono l’infiammazione nel corpo, un noto fattore scatenante dell’invecchiamento precoce. Questi antiossidanti proteggono anche in modo proattivo le cellule dai danni che possono portare a una serie di malattie croniche, rendendolo un super alimento che offre un’ampia gamma di protezione della salute. CORRELATO: Quali sono i tè più sani? Il tè verde è noto per suscitare una calma vigile. Mentre fornisce caffeina, il tè verde contiene anche un amminoacido chiamato L-teanina, che produce un effetto calmante.

È stato anche dimostrato che la combinazione di caffeina e L-teanina ottimizza la funzione cerebrale per migliorare la memoria di lavoro, le prestazioni cognitive e migliorare l’umore. La capacità del tè verde di contrastare lo stress ossidativo lo rende anche un potente protettore contro le malattie neurodegenerative, tra cui l’Alzheimer e il Parkinson. Nella ricerca umana e animale, il tè verde ha dimostrato di aumentare il metabolismo e stimolare la combustione dei grassi. È anche collegato a frenare l’appetito e prevenire l’aumento di grasso inibendo un processo noto come angiogenesi, la formazione di nuovi vasi sanguigni, da cui dipende la crescita del tessuto adiposo. CORRELATO: 5 cose che dovresti sapere sui tè disintossicanti Il tè verde respinge il cancro in alcuni modi chiave. La pianta protegge dai danni che possono innescare la crescita incontrollata delle cellule, che può portare a mutazioni cancerose.reduslim numero verde L’effetto anti-angiogenesi che aiuta a prevenire l’aumento di grasso funziona anche per bloccare la diffusione del cancro. Gli antiossidanti del tè verde offrono effetti antibatterici, antimicotici e antivirali che supportano l’immunità. Bonus: le sue proprietà antibatteriche combattono anche l’alitosi. Inoltre, il tè verde funge da prebiotico, alimento per i batteri intestinali benefici legati a una sana immunità.

È stato dimostrato che gli antiossidanti nel tè verde proteggono dalla perdita ossea e riducono il rischio di fratture. Studi sugli animali hanno scoperto che un consumo moderato di tè verde apporta benefici alla salute delle ossa migliorando la forza e la qualità delle ossa. Uno studio recente ha esaminato la connessione tra cibi ricchi di polifenoli, incluso il tè verde, e l’osteoporosi. I ricercatori hanno concluso che i fenoli influenzano la densità minerale ossea prevenendo i danni indotti dall’ossidazione alle cellule ossee e riducendo l’infiammazione, che aiuta a sostenere la costruzione ossea. CORRELATO: I benefici per la salute del caffè e del tè decaffeinato, secondo un nutrizionista Una meta-analisi di 17 studi pubblicati in precedenza ha esaminato la relazione tra tè verde, controllo della glicemia e sensibilità all’insulina negli esseri umani. I ricercatori hanno riscontrato effetti favorevoli. Il tè verde aiuta a ridurre i livelli di zucchero nel sangue a digiuno, così come i valori di Hb A1C, una misura della glicemia media nei tre mesi precedenti. Un altro studio su adulti giapponesi di 23 comunità ha seguito oltre 14.000 persone sane per cinque anni.

Gli scienziati hanno scoperto che il consumo di tè verde era inversamente associato al rischio di sviluppare il diabete, anche dopo aver aggiustato i dati per età, sesso, indice di massa corporea e altri fattori di rischio. In altre parole, c’è qualcosa nel tè verde che è di per sé protettivo. Ancora una volta, il tè verde multitasking. Oltre ai suoi effetti antinfiammatori e alla capacità di proteggersi dallo stress ossidativo, è stato dimostrato che il tè verde protegge il cuore riducendo il colesterolo totale, le LDL “cattive”, la pressione sanguigna, i trigliceridi o i grassi nel sangue. Previene anche l’ossidazione delle LDL, un processo che innesca un effetto domino, che contribuisce all’indurimento delle arterie e alle malattie cardiache. Una maggiore assunzione della bevanda è anche legata a un minor rischio di ictus. CORRELATO: 5 ricette superfood che alimenteranno l’intera giornata La ricerca mostra che i polifenoli nel tè verde proteggono la pelle dagli effetti della luce ultravioletta (UV). Questo aiuta a prevenire l’accelerazione dell’invecchiamento, oltre a offrire benefici contro il cancro e antinfiammatori. I composti del tè verde aiutano anche a difendersi dalle rughe, grazie alla loro capacità di prevenire la rottura del collagene e delle fibre elastiche, che a loro volta prevengono la perdita di elasticità della pelle. Le cellule dei bevitori regolari di tè verde hanno un’età biologica più giovane rispetto ai non bevitori, di circa cinque anni. La ricerca giapponese mostra anche che i bevitori regolari di tè verde vivono più a lungo. In uno studio sugli anziani, coloro che hanno bevuto più tè verde avevano il 76% in meno di probabilità di morire durante il periodo di studio di sei anni.

CORRELATI: Queste 5 tisane hanno i maggiori benefici per la salute Pensa oltre la bevanda. Oltre a sorseggiare il tè verde, puoi usarlo come liquido in frullati, farina d’avena o avena per la notte, o per cuocere a vapore verdure o riso integrale. Il tè verde in infusione o il matcha in polvere possono anche essere incorporati in zuppe, stufati, salse e marinate. Il matcha è un’ottima aggiunta a curry, hummus, palline energetiche, frittelle senza glutine, pops di frutta congelati, budino di chia e prodotti da forno. Diventa creativo e goditi i vantaggi! Cynthia Sass, MPH, RD, è redattore di nutrizione che contribuisce alla salute, autrice di best seller del New York Times e consulente nutrizionale per i New York Yankees. Per ricevere ulteriori consigli nutrizionali e dietetici nella tua casella di posta, iscriviti alla newsletter Balanced Bites “” https://www.health.com/mind-body/body-positivity/diastisis-recti-marathon-runner200OK Stephanie Martin ha partecipato a Instagram per condividere uno scatto inedito di se stessa a metà maratona, correndo in pantaloncini e top corto. Mentre la maggior parte delle persone guarderebbe questa mamma del Michigan e penserebbe dannatamente, non potrei mai farlo, la didascalia di Martin ricorda che anche gli atleti più in forma possono ancora essere consapevoli di certe aree del corpo, ma correndo letteralmente con esso, è possibile per superare quelle insicurezze. CORRELATO: Questo influencer ha appena dimostrato quanto possa essere ingannevole Instagram con le foto di stomaco affiancate “Per la Giornata internazionale della donna ripubblico una delle mie foto preferite di quasi 2 anni fa”, ha scritto Martin nella sua didascalia. ″ Gazelle Girl Half Marathon 2018 – la gara durante la quale ho davvero iniziato ad abbracciare l’idea di essere una donna forte. Prima della gara ero entusiasta del mio abbigliamento ma molto impacciato. A metà gara ho smesso di preoccuparmi di ciò che gli altri pensavano di me e ho fatto un passo da gigante nel viaggio verso l’accettazione del mio corpo dopo il parto. “” Accettare il suo corpo dopo il parto significava vedere il suo tronco come un segno della sua forza, non un difetto, spiega.

CORRELATO: Questo modello sinuoso dimostra che ogni corpo è un corpo da corridore ″ Avere figli non mi ha reso più debole {um tranne che non parliamo di diastisi recti adesso 😉😂}, ″ ha scritto, menzionando l’effetto collaterale non raro che ha finito per con dopo il parto. “Una confezione da 6 non è un requisito per indossare un crop”, ha scritto. ″ Strong non ha lo stesso aspetto su tutti. Alcuni corpi rimbalzano più di altri e COSA C’È DI SBAGLIATO !? “” CORRELATO: La runner professionista Stephanie Bruce ha ancora la diastasi recti 3 anni dopo il parto: è “buono come sarà” La diastisi è una condizione in cui i muscoli addominali si dividono durante la gravidanza, che può causare un rigonfiamento nello stomaco dopo il parto e per tutta la vita di una donna. È qualcosa che molte donne decidono di nascondere, considerandolo un’imperfezione o poco attraente. Ma invece di coprirlo sotto una maglietta, Martin ha mostrato il suo stomaco in un crop top per celebrare dove si trova oggi. ″ Grazie alle donne forti che sono venute prima di me ora posso votare, lavorare per lo stesso salario e persino correre in una gara. Indossare un crop sembra così insignificante rispetto a quello che hanno fatto queste altre donne “, ha scritto. “Ma lo vedo come una piccola cosa che posso fare per sfidare le norme e aiutare a promuovere una cultura più positiva per il corpo per le donne che vengono dopo di me.” “CORRELATO: Influencer posa in biancheria intima per mostrare il suo culo e dimostrare che la cellulite è normale e la foto e la didascalia di Beautiful Martin hanno colpito a casa i suoi follower. In soli due giorni, ha ricevuto oltre 100 commenti, molti dei quali l’hanno applaudita per il suo quadro di potere. “Non ci sono parole per descrivere quanto amo questa foto e le tue parole – mi hanno fatto venire le lacrime agli occhi” “, ha scritto una persona. Un altro ha aggiunto: “” Questo è ciò che mi ispira !! Adoro che le persone abbiano questo tipo di fiducia. È qualcosa che non è facile per me e cerco di lavorare di più per avere. “” Per ricevere altre storie come questa nella tua casella di posta, iscriviti alla newsletter di Real Wellness WomenIRL “” https://www.health.com / condition / allergy / arachidi-allergy-treatment200OK Senza alcun trattamento ufficiale, il miglior consiglio per le persone con allergie alle arachidi è di solito di evitare rigorosamente il legume offensivo e di tenere a portata di mano i farmaci di salvataggio (come un EpiPen).

Ma un trattamento sperimentale, se approvato, potrebbe diventare il primo farmaco per prevenire reazioni allergiche alle arachidi potenzialmente mortali nei bambini. In una nuova ricerca pubblicata sul New England Journal of Medicine e presentata all’incontro scientifico annuale dell’American College of Allergy, Asthma, and Immunology, il trattamento – chiamato AR101 e prodotto da Aimmune Therapeutics – ha dimostrato di aumentare la quantità di proteine ​​di arachidi un bambino potrebbe tollerare prima di manifestare sintomi di allergia. Poco meno di 500 bambini e adolescenti di età compresa tra 4 e 17 anni sono stati randomizzati per ottenere un placebo o una capsula piena di polvere di arachidi che è stata mescolata al loro cibo. Lentamente ma inesorabilmente, i ricercatori hanno aumentato la quantità di polvere di arachidi fino alla fine del processo di un anno, il 67% è stato in grado di consumare 600 mg di proteine ​​di arachidi (circa l’equivalente di due arachidi) senza avere una grave reazione allergica. Circa la metà di quei bambini potrebbe tollerare fino a 1000 mg di proteine ​​di arachidi. Questa strategia si chiama immunoterapia orale, Purvi Parikh, MD, allergologo e immunologo con allergia Rete di asma, spiega alla salute. “Introducendo piccole dosi crescenti di un allergene”, dice, “il sistema immunitario [diventa] meno reattivo a quello specifico allergene”. CORRELATI: 10 fatti sorprendenti sulle allergie alle arachidi Questo tipo di farmaco non lo farebbe quindi le persone con allergie alle arachidi potrebbero finalmente godere di un PBJ. Piuttosto, ridurrebbe il rischio di reazioni gravi o potenzialmente letali a incontri accidentali. “Ridurrà le loro possibilità di reazioni pericolose per la vita, il che non solo li aiuterà dal punto di vista della salute, ma si spera che allevierà la loro ansia”, afferma il dottor Parikh, che non è stato coinvolto nella nuova ricerca. “Per loro, qualsiasi situazione con il cibo può diventare mortale se c’è un’esposizione accidentale”. Tuttavia, come ci si potrebbe aspettare, somministrare proteine ​​di arachidi a persone con allergie alle arachidi non è stato senza incidenti. “La desensibilizzazione non è stata facile per i pazienti”, scrive Michael R. Perkin, PhD, del Population Health Research Institute di Londra in un editoriale di accompagnamento pubblicato insieme al nuovo studio. Più dell’11% dei bambini e degli adolescenti originariamente assegnati a ricevere piccole dosi di polvere di arachidi ha abbandonato lo studio prima della fine. Di coloro che hanno continuato, il 14% aveva bisogno di usare colpi di epinefrina per calmare le reazioni allergiche al trattamento (sebbene la maggior parte di queste reazioni fossero lievi). Un bambino ha avuto una grave reazione allergica, chiamata anafilassi. Per questo motivo, dicono gli esperti, anche se la polvere di arachidi può sembrare qualcosa che potresti fare fai da te, è essenziale non provare l’immunoterapia orale senza supervisione a casa.

CORRELATI: 12 segni che stai avendo una reazione allergica È possibile, dice il dottor Parikh, che le persone con allergie peggiori all’inizio potrebbero non essere i migliori candidati per l’immunoterapia orale. “Non esistono due pazienti con lo stesso identico sistema immunitario. [Per] coloro che sono altamente allergici, potrebbe essere più difficile desensibilizzare in quanto potrebbero non tollerare la fase di accumulo. ” Aimmune Therapeutics prevede di presentare una domanda alla FDA a dicembre per portare sul mercato il nuovo trattamento. Si prevede che ci sarà una forte domanda per il farmaco e, secondo il New York Times, i sostenitori stanno già facendo domande sui prezzi e sulla copertura assicurativa. Tuttavia, non è ancora chiaro per quanto tempo durerà la protezione da gravi reazioni legate alle arachidi, ha scritto Perkin. Le persone potrebbero aver bisogno di mangiare letteralmente un’arachide ogni giorno per assicurarsi che non reagiscano a una in futuro. “Potrebbe essere necessario un consumo prolungato, potenzialmente permanente e regolare per mantenere la tolleranza agli allergeni”, ha scritto, sebbene, ha aggiunto, la maggior parte dei genitori probabilmente considererebbe che “un prezzo molto basso da pagare”. Nonostante gli avvertimenti, il trattamento è entusiasmante per esperti e genitori, considerando che le allergie alle arachidi sono triplicate negli ultimi due decenni. Si ritiene che tre milioni di americani siano allergici alle arachidi e alla frutta a guscio e solo il 20% dei bambini supera le proprie allergie alle arachidi. Nel frattempo, il modo migliore per evitare una grave reazione allergica alle arachidi è evitarle del tutto. Se tu o tuo figlio avete un’allergia alle arachidi, potreste essere cautamente ottimisti riguardo alle novità di AR101, ma per il momento dovrete anche continuare a leggere le etichette degli alimenti. “Sfortunatamente, il cardine del trattamento in questo momento è l’evitamento e il trasporto di un autoiniettore di epinefrina”, dice il dottor Parikh. “Anche con misure accurate, si verificano incidenti e il cibo più sicuro è quello che prepari da solo.” Per ricevere le nostre storie migliori nella tua casella di posta, iscriviti alla newsletter Healthy Living “” https://www.health.com/condition/headaches-and-migraines/migraine-light-exposure200OK Per le persone che soffrono di emicrania, luci brillanti può spesso peggiorare il mal di testa debilitante.

E non è solo il dolore a renderli così infelici: molti malati riferiscono anche altre reazioni, sia fisiche che emotive, quando esposti al sole o a fonti di luce. In un nuovo studio, i ricercatori descrivono queste reazioni per la prima volta e offrono una nuova spiegazione di come si verificano. Scrivendo in Proceedings of the National Academy of Sciences, gli autori dello studio descrivono una connessione precedentemente sconosciuta attraverso la quale le cellule nervose sensibili alla luce nell’occhio trasmettono informazioni alle regioni del cervello coinvolte nell’umore e nei processi involontari come la frequenza cardiaca, la respirazione e l’affaticamento. Questo spiega perché le persone con emicrania tendono a sentirsi più a disagio alla luce, affermano gli autori, anche se il loro livello di dolore effettivo rimane invariato. Per lo studio, i ricercatori del Beth Israel Deaconess Medical Center hanno mostrato luci colorate diverse a 81 persone che soffrivano spesso di emicrania, una volta durante un attacco e una tra gli attacchi.